P.A.T.I. "Setteville" Lettera inviata oggi agli enti interessati

Al Sindaco del comune di Quero
Ing. Bruno Zanolla

Al Sindaco del comune di Vas
Dott. Andrea Biasiotto

Agli assessori Provinciali
Della Provincia di Belluno

Ecologia e Ambiente
Ing. Giuseppe Pison

Urbanistica
Dott. Irma Visalli

All’Assessore Regionale
Della regione Veneto
Urbanistica e Pianificazione Territoriale
Dott. Renzo Marangon


Oggetto: Relazione Ambientale Preliminare - P.A.T.I. “Setteville”


Da una lettura della relazione all’oggetto, così come pubblicata nel sito internet: http://pati.setteville.planning-studio.eu/documenti/relazione_ambientale_setteville.pdf, sono emerse delle gravi inesattezze.
Se da una parte si cita il solo Piano Regionale Attività di Cava del Veneto del 2003 (P.R.A.C.) quale strumento di pianificazione e programmazione dall’altra si parla dell’esistenza di miniere che sappiamo non essere regolate dal suddetto piano.
Cosa molto più grave si cita la presenza di attività di estrazione materiale nella miniera di Sali Magnesiaci situata in Val Storta fraz. Schievenin in comune di Quero, mentre il citato P.R.A.C. indica con codice 1026 nella Val Storta in comune di Quero una cava di Calcare per l’Industria, non attiva e con autorizzazione scaduta. La stessa indicazione arriva da una relazione sintetica a cura dell’assessorato Ecologia e Ambiente della Provincia di Belluno che alleghiamo.
Riteniamo che sia fuorviante l’indicazione di una attività estrattiva in atto quando questa non esiste, ma esiste solo una concessione per’altro scaduta e che non ha mai avuto l’autorizzazione alla coltivazione.
Chiediamo quindi che la relazione sia rivista e che venga riportata esattamente la situazione esistente.

In attesa di un riscontro a quanto sopra porgiamo cordiali saluti.

Alano di piave, 17.09.2008
Per Comitato Col Del Roro
Il Presidente

Commenti

Post popolari in questo blog

SULLE ROCCE DEL CALCINO E' SCRITTO IL FUTURO

Lettera Invito - Lucia Tamai - Comitati "Rifiuti Zero" di Treviso e Venezia